Contenuto riservato agli abbonati

A Trieste taxi gratis per gli over 80 soli che devono fare il vaccino

Il capoluogo giuliano tra le città italiane inserite nel progetto denominato “Ti accompagno io” . Si parte il primo maggio. Basterà prenotare una macchina ed esibire i documenti

Gli anziani residenti a Trieste che hanno superato gli 80 anni e non hanno un supporto per raggiungere il centro vaccinale, dal primo maggio potranno essere accompagnati gratuitamente da un taxi. L’iniziativa, che ha un forte valore sociale, è possibile grazie al progetto “Ti accompagno io” della Fondazione Ania, la onlus costituita nel 2004 dalle compagnie di assicurazione, e realizzato con la collaborazione della Cooperativa Radio Taxi Trieste, dell’associazione Indagini3 e della Fondazione Univerde. All’iniziativa verranno destinati circa 80 mila euro.  «Radio Taxi Trieste – sottolinea il presidente della cooperativa Davide Secoli – non ha esitato un attimo ad aderire al progetto, vista l’elevata percentuale di persone anziane che vivono in città. Sono tra i nostri clienti più affezionati e ci è sembrato giusto contribuire a dare loro una mano per andare a vaccinarsi contro il Covid-19 in sicurezza e autonomia».    Aderire all’iniziativa è semplice: gli over 80 che non possono contare su nessuno che li accompagni a effettuare il vaccino contro il Covid-19, non dovranno far altro che telefonare a Radio taxi, contattando lo 040/307730 e richiedere un taxi facendo presente di essere ultra ottantenne solo che deve raggiungere un centro di vaccinazione Covid-19. Una volta saliti sulla vettura, basterà mostrare il certificato di prenotazione del vaccino contro il Covid, con l’indicazione del centro da raggiungere e un documento che dimostri la propria età. Il cliente non dovrà corrispondere nessuna cifra all’autista e potrà usufruire dello stesso servizio anche al ritorno. Così, con la massima comodità, chi ha superato gli 80 anni e non ha altro modo per raggiungere il centro vaccinale, non deve più preoccuparsi neppure della spesa da sostenere per avvalersi del servizio taxi. Il progetto ha una duplice valenza: il risvolto sociale, ma anche un importante supporto economico ad una categoria, quella dei tassisti, che ha subito pesanti perdite a causa delle limitazioni alla mobilità e alla circolazione dettate dalla pandemia. L’iniziativa è già stata avviata a Roma, dove sono state effettuate oltre 17 mila corse in meno di due mesi e, dal primo maggio, partirà oltre che a Trieste anche a Torino, Napoli e Palermo. Il progetto “Ti accompagno io”, per il quale è stato richiesto il patrocinio al Comune di Trieste, è stato fortemente voluto dal settore assicurativo italiano che, attraverso l’attività della Fondazione Ania, promuove da oltre 17 anni iniziative di protezione e assistenza alla popolazione. «In tal senso – spiega Ania – la proposta di offrire un servizio di accompagnamento gratuito per le persone sole che avrebbero difficoltà a raggiungere le strutture sanitarie preposte alla vaccinazione, è perfettamente in linea con tutte quelle azioni che sono nel Dna del settore assicurativo

Video del giorno

Napoli, il boss in Ferrari alla comunione del figlio

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi