Contenuto riservato agli abbonati

L’ex hotel Carlina a Monfalcone riapre a maggio: sarà un tre stelle dedicato al settore business

I lavori di ristrutturazione (Katia Bonaventura)

Punta sul settore business la nuova proprietà, la società Miga: «Posizione strategica, già tante prenotazioni»

MONFALCONE A 11 anni dalla chiusura l’ex albergo Carlina di via Primo maggio si prepara a rinascere, entro la fine di maggio, come Miga hotel business Monfalcone. Ad acquisire la struttura e a riqualificarla, trasformandone interni ed esterni, che saranno tutti in alluminio, è appunto la società Miga Hotels di Michele Vittimberga. L’ex albergo era osservato speciale da tempo, per la collocazione strategica, ma anche per la crescita dell’ospitalità legata al settore industriale nella città dei cantieri. A differenza di quanto sta avvenendo nel settore turistico, tant’è che Miga ha deciso di chiudere la propria esperienza a Grado, con l’ex hotel Perla, come hanno spiegato i rappresentanti della società presenti venerdì a Monfalcone per verificare l’andamento dei lavori.

I lavori di ristrutturazione (Katia Bonaventura)


Già a buon punto all’interno dell’edificio, dal quale hanno preso il via, con l’adeguamento dell’impiantistica e la posa di nuovi pavimenti. In questi giorni prenderà il via la realizzazione dei cartongessi per trasformare lo spazio a piano terra, a suo tempo gettonato teatro di cerimonie e pranzi domenicali, in area reception e sala colazioni. Saranno quindi sostituiti i serramenti e posato il rivestimento in alluminio che stravolgerà l’attuale immagine dell’edificio.

L’obiettivo è di aprire entro fine maggio, come hotel a tre stelle, per poi sviluppare in futuro una serie di servizi aggiuntivi (una piccola palestra e una spa) capaci di consentire un upgrade nella classificazione. Entro settembre intanto sarà collocato l’ascensore esterno, sfruttando la predisposizione già esistente.

«Era già prevista la fermata al piano, anche se poi non è mai stata utilizzata», hanno spiegato i rappresentanti della società. In tutto saranno 32 le camere a disposizione con un personale compreso tra le 7 e le 12 persone. «La posizione è eccezionale – hanno sottolineato i rappresentanti di Miga –, perché siamo a poca distanza dall’uscita dell’autostrada e dell’aeroporto, lungo una direttrice importante di traffico e nei pressi di un centro commerciale. Questo è inoltre un punto di interruzione dei viaggi verso la Croazia o, al rientro, verso l’Austria».

A fare da traino a Monfalcone c’è però già il settore business. Tant’è che le prenotazioni stanno iniziando ad arrivare, con largo anticipo. L’ex albergo, che aprì nel 1968, è stato acquistato non appena le attuali proprietarie, due sorelle croate, hanno trovato un’intesa “famigliare” sulla cessione dell’immobile. Ad aprile 2010 la proprietà, allora in campo alla signora Wilma Laurencic dopo la scomparsa nel 2007 del fratello Franco, non aveva rinnovato all’ultimo titolare Antonio Mollica il contratto di affitto di azienda, prorogato per dodici anni di fila dal 1998. A nulla valse l’offerta del gestore di acquisire l’immobile di quattro piani: il locatario rispose picche, decidendo di “chiudere per ristrutturazione”. Alla fine degli anni 2000 l’hotel Alla Carlina aveva subito le conseguenze della crisi dell’industria e a poco era valsa la sua fama in città, anche a fronte di una mancata ristrutturazione. Anche il cantante Gino Paoli, compagno di scuola del defunto proprietario Franco Laurencic, fu ospite in una delle sue camere e l’albergo era stato scelto in passato, dalle famiglie monfalconesi, quale sede di banchetti per matrimoni o battesimi. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Video del giorno

Trieste, manifestazione contro il green pass in piazza della Borsa

Gazpacho di anguria, datterini e fragole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi