In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

pola

Si apre la stagione dei voli turistici all’aeroporto di Pola, dove domenica atterrerà un volo della compagnia russa S7 Airlines, che già da mesi aveva manifestato l'intenzione di ripristinare il collegamento estivo Mosca – Pola, dopo che Zagabria ha ripreso a rilasciare i visti per i cittadini russi. La tratta - come riportato sul sito della compagnia - sarà mantenuta da un Airbus A320 da 164 posti, con un volo settimanale sino a fine maggio: la prosecuzione dipenderà dall’interesse che il collegamento susciterà. Sulla stessa tratta dal 28 aprile voleranno i Boeing 737-800 da 189 posti della Nordwind Airlines che faranno la spola tra Mosca e Pola il mercoledi. E intanto la compagnia di bandiera russa Aeroflot ha annunciato un collegamento giornaliero da inaugurare - queste le previsioni - il primo luglio. La stessa compagnia trasporterà i villeggianti russi a Spalato e a Ragusa – Dubrovnik. «L’interesse della clientela russa per le vacanze sulla sponda orientale dell'Adriatico - ha commentato Rajko Ruzicka, direttore della Rappresentanza dell'Ente turistico croato a Mosca - ha cominciato a salire nel momento in cui è ripreso il rilascio dei visti e sono state rese note le modalità di attraversamento del confine, nel segno di un certo allentamento delle misure restrittive».

Ad ogni modo gli operatori turistici aspettano con ansia le decisioni su quello che sarà il cosiddetto “passaporto Covid”, ritenuto il presupposto fondamentale per una stagione turistica che dia risultati accettabili nell'attesa di anni migliori.

Intanto l'Istituto nazionale di statistica ha reso noto che lo scorso febbraio il movimento negli scali aerei del Paese è stato pari a 40.468 viaggiatori, con un calo dell’ 83,9% rispetto al febbraio 2020, l’ultimo periodo prepandemico. L’aeroporto più trafficato - naturalmente - è risultato essere quello di Zagabria (31.000 viaggiatori) seguito da Spalato (6.000) e Ragusa – Dubrovnik (4.000). —



I commenti dei lettori