Contenuto riservato agli abbonati

Scomparso dopo l’incidente, trovato morto dopo due giorni in un campo

I soccorritori hanno trovato il 53enne senza vita in un campo di grano a Viola, vicino a Fiumicello.

 FIUMICELLO Non è bastato il dispiegamento di forze messo in campo tra mercoledì e ieri per rintracciare Nicola Baldassi, il 53enne di San Giovanni al Natisone coinvolto nella tarda serata di martedì in un incidente stradale ad Aquileia.

Giovedì pomeriggio, infatti, i soccorritori lo hanno trovato senza vita in un campo di grano a Viola, vicino a Fiumicello. Una morte che colpisce tutta la comunità del paese, che ha vissuto con apprensione le lunghe ore di ricerca. La famiglia si è stretta nel riserbo.

L’uomo era finito con la sua auto contro un albero nella notte di martedì, viaggiando lungo la strada che da Grado conduce a Cervignano. All’altezza di Belvedere, però, è fuoriuscito autonomamente dalla carreggiata, terminando la corsa su un tiglio. Baldassi sarebbe uscito indenne dall’abitacolo, lasciando il telefono al suo interno e incamminandosi da solo. Un agricoltore della zona lo ha visto procedere, facendo presto perdere le sue tracce. L’uomo era uscito di casa qualche ora prima, dopo che la moglie aveva accompagnato il figlio a scuola.

La stessa, rincasando, aveva notato l’assenza del coniuge, non ricevendo più sue notizie per tutta la giornata. Il telefono continuava a dare occupato o era staccato. Alla sera la denuncia della scomparsa ai carabinieri della compagnia di Palmanova.

Solo dopo aver rintracciato la vettura abbandonata, la Prefettura di Udine ha dato il via alle ricerche. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco, i militari della radiomobile di Palmanova e delle stazioni di Aquileia, Cervignano e Fiumicello-Villa Vicentina, coadiuvati dalla polizia locale. Insieme a loro, una quarantina di volontari della Protezione civile, inclusi quelli della squadra di San Giovanni, accorsi già mercoledì per dare il supporto.

Si è alzato in volo anche l’elicottero dotato di camera a rilevamento termico. Le operazioni sono state seguite anche dal sindaco di Aquileia, Emanuele Zorino.

«Siamo vicini alla famiglia in questo momento» il commento del sindaco di San Giovanni, Carlo Pali. Ora gli inquirenti ricostruiranno le dinamiche della vicenda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Ariella Reggio - Debegnac alle prese con Green Pass, QR, chat e Zoom

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi