Contenuto riservato agli abbonati

Costa Crociere porta Deliziosa a Venezia. A Trieste confermata Luminosa dal 16 maggio

La decisione della compagnia dopo l’apertura del governatore del Veneto Zaia in attesa del nuovo ormeggio a Marghera. Niente bis per il capoluogo del Fvg

TRIESTE Trieste si conferma home port di Costa Luminosa, che partirà da Trieste il 16 maggio, ma non di Costa Deliziosa, che invece è stata dirottata su Venezia, con il primo viaggio previsto per il 26 giugno. La conferma è arrivata ieri attraverso un comunicato di Costa Crociere, che ha presentato i suoi nuovi programmi per l’estate 2021 all’insegna di crociere di prossimità, soste più lunghe nei porti, nuovi programmi di escursioni e una food experience rinnovata.

La scelta di puntare sulla Serenissima è arrivata probabilmente dopo l’apertura del presidente del Veneto Luca Zaia, che una decina di giorni fa ha annunciato l’arrivo di Msc in laguna. Una decisione che non farà di certo felice il Comitato No Grandi Navi, visto che i colossi del mare continueranno per ora a transitare per il Bacino di San Marco e il Canale della Giudecca, attraccando a Marittima, in attesa della soluzione alternativa, in fase progettuale, adottata durante l’ultimo Comitato d’indirizzo coordinamento e controllo. Proprio il governatore leghista nei giorni scorsi, come riportato dall’Ansa, aveva specificato che «finché non sarà approntato l’ormeggio a Marghera, continueranno con la viabilità ordinaria, ma il cambio è imminente».

Intanto il capoluogo giuliano resterà con la Stazione marittima home port di Msc (Splendida attraccherà il 12 giugno), della tedesca Tui e di Costa, che sarà la prima compagnia a tornare a Trieste dallo scorso settembre proprio con Costa Luminosa, prevista appunto il 16 maggio. Toccherà Trieste ogni settimana fino a fine stagione. L’itinerario prevede Bari, Corfù, Atene, Mykonos e Katakolon. Viaggi che ovviamente verranno avviati seguendo protocolli sanitari e misure di sicurezza rafforzati attraverso il Costa Safety Protocol sia a bordo sia a terra. La ripartenza non era scontata ma proprio grazie a un orizzonte che sembra fornire dati e indicazioni più precisi, la compagnia ha deciso di rimettere in moto le navi. «Abbiamo aggiornato il nostro programma per quest’estate in base ad uno scenario di riaperture di porti e destinazioni che sta diventato sempre più chiaro – afferma a questo proposito Mario Zanetti, il neo direttore generale – e che ci consente ora di pianificare al meglio le nostre operazioni, offrendo straordinarie crociere ai tanti ospiti che non vedono l’ora di trascorrere vacanze piacevoli e rilassanti».

In mare navigheranno nella parte occidentale del Mediterraneo per ora Costa Smeralda, l’ammiraglia alimentata a Lng, e Costa Firenze, al suo debutto, ispirata al Rinascimento fiorentino e consegnata lo scorso dicembre, mentre Costa Deliziosa e Costa Luminosa in quella orientale, affrontando itinerari che spazieranno tra Italia, Francia, Spagna e Grecia. Non sono previsti per ora viaggi in Nord Europa a causa del livello di incertezza sulla riapertura di diverse destinazioni. La prima nave di Costa a salpare di nuovo sarà Costa Smeralda da Savona il 1° maggio. Porterà gli ospiti in alcune località italiane inizialmente con mini-crociere di tre e quattro giorni e poi di una settimana, con scali a Savona, La Spezia, Civitavecchia, Napoli, Messina e Cagliari.

Video del giorno

La protesta di una signora no vax davanti a Letta

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi