Il bocciodromo Civelli ha bisogno di nuovi adeguamenti antincendio

RONCHI

Nuovi interventi migliorativi per il bocciodromo comunale Enzo Civelli di Ronchi dei Legionari. Sono state affiadate al Laboratorio geotecnico di Ruda, infatti, le indagini sul controsoffitto e le prove di carico per la struttura di piazzale Atleti Azzurri d'Italia. Il bocciodromo comunale E.Civelli necessita di alcuni lavori di adeguamento alla normativa antincendio . Alcuni interventi all’adeguamento sono già stati eseguiti ed altri sono in corso di affidamento o esecuzione.


E' il perito Enrico Comar a seguire la pratica per la predisposizione della pratica antincendio con verifica della documentazione necessaria prima dell’invio ai Vigili del Fuoco. «Si tratta ancora di metter mano alla struttura – ha detto il sindaco, Livio Vecchiet – in modo da renderla rispondente a tutte le normative vigenti e, quindi, far si che l'attività si possa svolgere nel modo più sicuro possibile. Qui vengono anche ospitate delle manifestazioni internazionali e, quindi, è nostro preciso compito quello di attuare tutti gli interventi che sono necessari».

Nove luglio 1983: a Ronchi dei Legionari viene inaugurato il bocciodromo intitolato ad Enzo Civelli, scomparso presidente regionale del Coni. E’ un’ opera fortemente voluta quella che viene realizzata nella zona sportiva del rione di Soleschiano, un “desiderio” che viene accolto di buon grado dall’ amministrazione comunale allora guidata dal sindaco Gianmassimo De Pace.

Una collaborazione, quella messa in atto tra pubblico e privato, che ha dato i frutti sperati. In quegli anni è il volontariato ad occuparsi della costruzione del bocciodromo, dopo che il Comune ha fornito loro la struttura al grezzo. E quella mattina del 9 luglio 1983 fu festa grande per il circolo di gestione che venne creato proprio per occuparsi del futuro di quest’importante impianto sportivo.

Di recente il Civelli era stato dotato anche di un nuovo sistema di illuminazione interno. Ma non solo. Era stata sostituita la tribuna per il pubblico completa di relazioni di calcolo e con sedute trattate e certificate in classe 1 di reazione al fuoco, nonché erano state collocate anche le nuove panchine per gli atleti, mentre si era proceduto alla tinteggiatura totale del controsoffitto. Infine, come detto, erano stati completamente sostituiti i corpi illuminanti posti sulle piste da gioco, in modo di garantire il livello d’illuminamento richiesto ed ottenere un risparmio sui costi di energia elettrica. —

LU.PE.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Risotto Queen Victoria, Derflingher: "Per questo piatto la regina Elisabetta ha rotto il protocollo"

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi