Il Comune lancia il bonus-taxi per chi ha difficoltà a muoversi



Un nuovo, anzi inedito modo di fornire aiuto alle tante persone, soprattutto anziane, che hanno problemi di deambulazione e, in assenza di familiari o amici che mettono a disposizione le loro auto, fanno difficoltà a salire o scendere da un autobus per recarsi magari a fare una visita o analisi in ospedale o in altre strutture. E quindi si ritrovano a dover chiamare un taxi o un’auto a noleggio con costi che vanno a incidere spesso su redditi e pensioni non eccezionali.


Per queste persone arriva adesso un aiuto economico che, perlomeno, consentirà, di abbattere le spese per questi servizi essenziali. La giunta comunale, infatti, ha appena approvato il bando che consentirà di erogare un bonus pari al 50 per cento della spesa sostenuta per taxi o auto a noleggio con conducente fino a un massimo di 20 euro per ciascun viaggio effettuato. A chiederlo potranno essere tutte le persone impedite o a mobilità ridotta, anche temporanea con un’Isee fino a 60 mila euro. Si potrà effettuare la domanda per viaggi effettuati nel periodo nel periodo dal 13 ottobre 2020 (quindi per servizi già usufruiti) fino al 31dicembre 2021. Non saranno accolte richieste di bonus con un importo complessivo inferiore a 10 euro ma saranno possibili bonus per più viaggi a patto che superino sempre il tetto dei dieci 10 euro. Un doppio bonus potrà inoltre essere erogato per le persone che necessitano di un accompagnatore.

Non saranno pertanto ammesse a contributo le spese sostenute per la fruizione di servizi pubblici di linea come gli autobus. Potranno effettuare la domanda solo le persone residenti a Gorizia. «Non siamo in presenza di grosse cifre o di copertura totale dei costi – spiega il sindaco Rodolfo Ziberna – ma, di questi tempi, anche una goccia è importante. Inoltre penso che anche il servizio dei taxi e delle auto a noleggio vengono valorizzati e impiegati maggiormente in un servizio a carattere sociale». Insomma, un doppio aiuto: due piccioni con una fava, verrebbe da dire.

«Ritengo si tratti di un intervento importante – fa eco l’assessore comunale al Welfare, Silvana Romano – che abbiamo attivato cogliendo indicazioni e fondi dello Stato. Mai come oggi è indispensabile supportare le persone che si trovano in difficoltà».

In parallelo, e non una notizia di secondaria importanza, prosegue il piano dei lavori del Comune di Gorizia per sistemare le strade e i marciapiedi e per l’abbattimento di quelle barriere architettoniche che ancora esistono (e creano disagi) in varie parti della città. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fiammiferi di asparagi con aspretto di ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi