Contenuto riservato agli abbonati

Fra maglie larghe e imbucati delle fiale: «Ma qui in Friuli Venezia Giulia operazioni regolari»

In varie aree del Paese agende aperte alle categorie più disparate. Il report del governo: 56 mila in Fvg i vaccinati sotto la voce “altri” 

TRIESTE Il primo è stato Vincenzo De Luca: il 27 dicembre, giorno del battesimo della campagna, il presidente della Campania si è fatto inoculare la prima dose di Pfizer. Poi, di persone che hanno scavalcato la fila dei piani vaccinali se ne sono aggiunte a migliaia. Chi a buon diritto, stando alle "originali" agende aperte nei territori di residenza, chi invece ha fatto il furbetto.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Piancavallo, di notte vanno in scena i "rally clandestini"

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi