Contenuto riservato agli abbonati

Delfino Verde, altro no: sulla Trieste-Grado la fumata rimane nera

L’armatore Peric: le condizioni proposte sono insufficienti. Il tempo stringe, l’Apt tratta con una compagnia alternativa

TRIESTE Silvano Peric, armatore del Delfino Verde, ringrazia ma cortesemente rimanda al mittente per la seconda volta nel giro di un mese. Perchè le condizioni poste dalla goriziana Apt, al fine di trovare un gestore della linea marittima stagionale Trieste- Grado, continuano a non essere tali da invogliarlo a esercire il servizio effettuato per un ventennio. Andata deserta la gara il 2 marzo scorso, l’Apt ha poi preso contatto con varie aziende a livello nazionale e attende risposte: pare che finora sia emersa la sola candidatura di un operatore lagunare veneto.



Anche Peric era stato approcciato in questo giro di tavolo ma, non essendo mutato il quadro finanziario-temporale (14 anni per 5,2 milioni di euro), il capitano ha risposto in data 9 corrente mese «la nostra impossibilità ad aderire... rimanendo sempre ferma la nostra disponibilità, qualora il servizio rimanesse privo di copertura, a trattare la nostra riconferma a condizioni più adeguate». Ma Peric fa capire senza troppi preamboli che il tempo stringe, perchè ha bisogno di 45 giorni per consentire al suo “de luxe” di affrontare nuovamente l’Adriatico: il mezzo nautico è ancora ricoverato in un hangar di Marina Sant’Andrea (recente proprietà Andretta) a San Giorgio di Nogaro.

Non è una barchetta visto che ospita 300 passeggeri e 30 bici. Necessitano i passaggi burocratici indispensabiliper navigare. Il riferimento ai 45 giorni non è casuale: significa che da oggi si arriverebbe in pratica a fine maggio e il servizio dovrebbe in teoria iniziare il primo giugno.

Senza contare che la “de luxe”, qualora non utilizzata sulla Trieste-Grado, potrebbe fare la stagione in qualche altro sito adriatico o tirrenico: basta saperlo - chiude Peric - a tempo debito. Il presidente dell’Apt, Caterina Belletti, puntualizza che la gara è tuttora in corso e che si sta procedendo alla verifica delle condizioni di un potenziale aggiudicatario. Precisa infine che «saremo pronti a fine maggio», rispettando così i tempi per l’avvio della linea tra il triestino Molo Bersaglieri e il gradese Molo Torpediniere. —


 

Video del giorno

Trieste, la pulizia dei fondali chiude Mare Nordest

Barbabietola con citronette alla senape e sesamo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi