Contenuto riservato agli abbonati

Via libera ad AstraZeneca, in Fvg aprono le agende per vaccinare i 60enni. Ecco tutti i dettagli sulle prenotazioni

Decisa l’apertura delle agende per la fascia 60-69 anni. Previsti tempi più lunghi. Prime date disponibili attorno a maggio. A disposizione ci sarà l’AstraZeneca

TRIESTE Da venerdì 9 aprile anche la fascia d’età 60-69 anni potrà prenotare il vaccino anti-Covid. Si tratta di 158 mila persone in Friuli Venezia Giulia, di cui però quasi 25 mila hanno già aderito alla campagna in quanto inserite nelle categorie per le quali le agende erano già state aperte nelle scorse settimane. A disposizione, a meno che non si svolgano attività sanitarie a contatto con pazienti o non si sia soggetto fragile, ci sarà l’AstraZeneca.

Il passo avanti, spiega il vicepresidente della Regione Riccardo Riccardi, è conseguenza del confronto avuto nella tarda serata di mercoledì con i ministri della Salute Roberto Speranza e per gli Affari regionali Mariastella Gelmini e con i responsabili della struttura commissariale Francesco Paolo Figliuolo e della Protezione civile Fabrizio Curcio. Una convocazione servita a informare i territori sulle ulteriori indagini dell’Agenzia europea del farmaco (Ema) sulle dosi di Vaxzevria, il nome che è stato dato all’AstraZeneca.



In mattinata una circolare ministeriale ha poi formalizzato che il vaccino è approvato dai 18 anni di età, ma che, «sulla base delle attuali evidenze, tenuto conto del basso rischio di reazioni avverse di tipo tromboembolico a fronte dell'elevata mortalità da Covid-19 nelle fasce di età più avanzate, è raccomandato un suo uso preferenziale nelle persone sopra i 60 anni». Una decisione, osserva Riccardi, assunta in via precauzionale «che porta a una revisione rilevante della campagna vaccinale e a un contestuale ampliamento della platea dei soggetti al momento immunizzabili».

Il prevedibile effetto frenata su AstraZeneca ha spinto Roma a chiedere alle Regioni di aprire le agende per gli over 60, in un contesto in cui gli over 70 non hanno sin qui risposto come gli over 80. In Fvg, a fronte di un’adesione del 71% nella fascia 80-89, si scende al 59% in quella 70-79.



Da venerdì, dunque, i 157.888 nati tra il 1952 e il 1961 (tolti i 24.565 che hanno già aderito), potranno utilizzare le consuete modalità per la prenotazione: il Cup delle Aziende sanitarie, le farmacie e il call center al numero unico 0434/223522. Diversamente da quanto accaduto in precedenza, gli appuntamenti potrebbero però non essere fissati a stretto giro, forse solo da maggio. «Dipenderà dalle agende e dall’adesione - dice il vicepresidente -. Se in precedenza c’erano calcoli incrociati tra disponibilità dei vaccini e persone coinvolte, ora si tratterà di capire se ci sarà una reazione positiva o meno all’allargamento della platea per AstraZeneca». Non mancano dunque le incertezze, tanto più in previsione di un nuovo taglio del 50% sulle consegne del vaccino anglo-svedese (in settimana in Fvg sono arrivate 25.300 dosi di AstraZeneca e 35.100, un record, di Pfizer).

Giovedì, in terza commissione del Consiglio regionale, Riccardi ha poi aggiunto alcuni altri dettagli sulla campagna. Innanzitutto, chi ha già ricevuto una prima dose di AstraZeneca, pure se under 60, potrà completare il ciclo con il medesimo vaccino. E chi ha solo prenotato l’AstraZeneca non potrà cambiare idea, altrimenti finirà in coda alla lista. AstraZeneca rimane inoltre il vaccino per le categorie individuate come prioritarie nella prima fase, ovvero personale sanitario non di corsia, dipendenti della scuola, forze dell'ordine e militari, mentre si continuerà a inoculare Pfizer e Moderna agli over 80 e ai soggetti fragili. Quanto ai loro caregiver e conviventi, per i quali è previsto AstraZeneca, se over 60 finiranno in coda in caso di rifiuto, se under 60 si vedranno riconosciuta una priorità d’accessi agli altri vaccini. Stando al sito del governo, a ieri in Fvg sono state somministrate 261.200 delle 345.655 dosi consegnate (75,6%). Le persone che hanno ricevuto due dosi sono 84.336, il 7% della popolazione. —


 

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi