Contenuto riservato agli abbonati

Multata coppia di Cervignano a passeggio in spiaggia a Grado: ecco com'è andata

Immagine generica di una passeggiata a Grado

I due coniugi hanno detto che erano in visita ai parenti, ma non era vero. Folla sull’isola di proprietari di seconde case e affari per i ristoranti aperti

GRADO È costata davvero cara la gita di Pasquetta a una coppia di Cervignano. I due, sulla cinquantina, stavano beatamente passeggiando sulla battigia della spiaggia di Pineta a metà pomeriggio del Lunedì dell’Angelo ma sono stati notati dagli agenti della Polizia Locale che hanno effettuato le opportune verifiche.

I coniugi hanno dichiarato di essere giunti a Grado per visitare i parenti e poi hanno deciso di fare una passeggiata lungo la spiaggia. Gli agenti, non convinti di quanto dichiarato, hanno effettuato le opportune verifiche e alla fine è emerso che la coppia della Bassa era giunta sull’isola unicamente per passare qualche ora, approfittando della bella giornata, in riva al mare. È scattata la multa e la coppia dovrà pagare 280 euro ciascuno, sempreché effettuino il versamento entro 5 giorni dall’infrazione. Diversamente la sanzione aumenta a 400 euro a testa.


Dunque una Pasquetta molto cara per questa coppia che non è residente a Grado mentre per tanti altri, il riferimento è per i proprietari delle seconde case, la giornata di Pasquetta è stata l’occasione per respirare aria buona, passeggiare o andare in bici dopo un lungo periodo di reclusione. In tanti sono giunti sull’isola per riaprire le abitazioni e fare qualche passeggiata in riva al mare. La dimostrazione che ci fosse tanta gente è dimostrata anche dalle code dinnanzi alle gelaterie. E con il sistema da asporto hanno lavorato davvero molto bene anche tanti ristoranti. Menù diversi, dal pesce alla carne, anche come prezzo, da un locale all’altro e tutti decisamente accattivanti. La richiesta maggiore è stata indubbiamente per il pranzo di Pasqua, un po’ meno per il Lunedì dell’Angelo.

La richiesta da asporto (più di qualcuno anche con recapito a casa) ha riguardato ovviamente anche le pizzerie. Insomma a fronte di tanti, davvero tanti, locali chiusi, ristoranti, pizzerie, gelaterie e, seppur di meno, anche alcuni bar (sempre per asporto) questo periodo di festività ha consentito se non altro di coprire un po’ di spese. Un periodo, per i gradesi, che ha portato anche uno spiraglio di luce per quel che riguarda il calo di positivi. Dagli oltre 200 di qualche tempo fa, si è passati, infatti, ai 25 positivi di martedì oltre ai 29 in quarantena. Le motivazioni del miglioramento possono spaziare dal fatto che la Regione è in zona rossa per diverso tempo, alle vaccinazioni, alla risalita delle temperature dell’aria.

Intanto a maggior sicurezza di tutti continuano i controlli dei Carabinieri e della Polizia Locale sugli spostamenti delle persone. Non solamente quelle che si vedono passeggiare ma anche gli automobilisti in arrivo sull’isola che, a dire i vero sino ad ora hanno sempre giustificato correttamente la loro presenza, tranne, come abbiamo visto, la coppia di Cervignano. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi