Contenuto riservato agli abbonati

Lutto nel mondo della vela: addio a Fabio Apollonio, ex grinder di Azzurra

Fabio Apollonio su Azzurra: era il 1983

Il velista triestino si è spento a 72 anni: era malato da tempo. Tra i ricordi più commossi quello del suo skipper Cino Ricci  

TRIESTE. Un grande lutto per il mondo vela. Fabio Apollonio non c’è più. Malato da tempo, si è spento a 72 anni e da grande uomo di mare ha chiesto che sia proprio il golfo di Trieste ad accogliere le sue ceneri. La sua popolarità a livello internazionale era legata alla campagna di Azzurra 1983, come grinder.

E tra i ricordi più commossi per la morte di Apollonio c’è quello di Cino Ricci, il suo skipper, che ha ricordato di quando il velista triestino, che lavorava all’Agenzia delle Entrate, gli aveva chiesto di fare parte dell’equipaggio. “E’ stato un esempio per tutti. Puntuale, serio, sarà per sempre nel nostro gruppo”. Un ingaggio che fece le fortune di quella imbarcazione.

Apollonio fu campione mondiale 12 metri nel 1984, vinse cinque titoli italiani (Fd con Marco Cobau, due volte con il Tornado, una volta in quinta classe Ior e una in terza classe Ior, oltre ad aver partecipato a oltre 40 edizioni della Barcolana. Sull’esperienza in Coppa America scrisse anche un libro, “Azzurra a Newport”, illustrato dalle foto di Franco Pace.

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi