Contenuto riservato agli abbonati

Esplosione a San Giacomo: morto un giovane di Trieste. Escluso lo scoppio della bombola di gas

Una donna è rimasta ferita ed è stata trasportata a Cattinara

Esplosione in un appartamento a Trieste: un giovane perde la vita

TRIESTE Un trentenne di Trieste, Luca Lardieri, ha perso la vita a Trieste domenica 4 aprile. 

Il suo corpo è stato trovato carbonizzato intorno alle 13 in un appartamento all'ultimo piano dello stabile sito in via del Ponzanino 3, dove poco prima si era verificata un'esplosione. Una donna è rimasta ferita ed è stata trasportata a Cattinara.

Siamo nel quartiere di San Giacomo, in una laterale di via Molino a Vento. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 con l'ambulanza, i vigili del fuoco e la polizia di Stato.  

Esclusa l'esplosione di gas

I primi accertamenti escludono questa ipotesi. I vigili del fuoco hanno prelevato del materiale rinvenuto all'interno dell'abitazione in cui è avvenuta l'esplosione.

Il luogo dell'esplosione. Foto Silvano

Il materiale sarà sottoposto ad analisi di laboratorio. Si ipotizza infatti che la deflagrazione possa essere stata causata da sostanze chimiche. Sicuramente - stando ai rilievi - non si è trattato dello scoppio di una bombola del gas.

L'ipotesi al momento più accreditata è che il giovane stesse trattando delle sostanze chimiche e che proprio questo avrebbe scatenato la violenta esplosione. 

 

 

Video del giorno

La partenza della Adriatica Ionica Race da Trieste

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi