Contenuto riservato agli abbonati

Nell'uovo di Pasqua la sorpresa è su commissione. A Trieste c'è chi trova pure un gioiello

Le richieste ai mâitre dei clienti per inserire nell’uovo fatto a mano i regali più fantasiosi 

TRIESTE Dalle scatolette di cibo per gatti a preziosi regali, tra cui gioielli e tovaglie in fine Sangallo. Sono tantissime le sorprese bizzarre e probabilmente inaspettate che quest’anno in molti si troveranno all’interno delle elaborate uova create artigianalmente dai maestri pasticceri triestini. La pandemia non ha spento insomma la fantasia dei committenti, prontamente assecondata dai creatori di dolci. Abituato a richieste alquanto speciali è ad esempio Matteo Cadenaro di Cadenaro 1962, azienda con cinque punti vendita in città.

«La scatoletta di cibo per gatti mi è stata richiesta immagino da un amante degli animali.

Video del giorno

Bari, rimorchiatore affonda al largo della costa pugliese: le operazioni di soccorso

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi