Contenuto riservato agli abbonati

Il Carnevale di Muggia conquista una sede: prima tappa del futuro museo

In via Roma 20 lo spazio affidato stabilmente alle Compagnie per le loro attività e la promozione turistica del territorio attraverso abiti storici e video delle sfilate

MUGGIA. Il Carnevale muggesano avrà sede in via Roma fino al 2026.

PromoTurismoFvg, proprietaria del vano al piano terra situato in via Roma 20, con un contratto sottoscritto il 3 marzo scorso, lo ha concesso in comodato d’uso gratuito al Comune di Muggia al fine di adibirlo a servizio della promozione del Carnevale muggesano “consentendone – recita il contratto – l’utilizzo anche in collaborazione con l’Associazione delle Compagnie del Carnevale muggesano, tenuto conto che tale disponibilità concorre ad assicurare una necessaria forma di sostegno alle attività promozionali del territorio, anche quale utile supporto all’offerta turistica locale”.

Il contratto firmato dal Comune di Muggia avrà durata sino al 31 dicembre 2026 e potrà essere rinnovato al relativo rinnovo del comodato dei locali tra la PromoTurismoFvg e l’ente muggesano.

«È un momento importante non solo perché finalmente l’associazione delle Compagnie del Carnevale avrà il riconoscimento di una propria sede fissa – ha spiegato l’assessore con competenza sul carnevale, Stefano Decolle – ma anche e soprattutto perché questo riconoscimento porta con sé anche quello implicito della propria attività in tema di promozione della nostra città. Con PromoturismoFvg - sottolinea l’assessore - stiamo lavorando da tempo in modo proficuo per la promozione del nostro territorio e lo stiamo facendo su più fronti. Questa ne è una delle dimostrazioni: da qui si potrà cominciare a fare un ragionamento di più ampio respiro, come luogo di partenza per il museo del Carnevale per esempio».

«Adesso ci metteremo in moto per arredare la sede – ha proseguito il presidente dell’associazione delle Compagnie, Mario Vascotto - e allestiremo all’entrata un piccolo museo del carnevale, con otto manichini che ci sono stati regalati dal direttore del Montedoro Shopping Center, Sergio Bavazzano, sempre pronto ad aiutarci. Lì ogni compagnia metterà il suo vestito più bello. Poi - continua ancora il presidente dell’associazione delle Compagnie - acquisteremo la strumentazione per creare una mostra interattiva dove potremo proiettare le sfilate dal 1954 ad oggi, tutto materiale che Antonio Giacomin con la sua “Fluido” raccoglie da anni. Insomma – ha spiegato Vascotto – stiamo lavorando a un “museo interattivo” del carnevale, prendendo spunto da quanto fatto da Antonio Giacomin per Galleria Spazzapan di Gradisca d’Isonzo».

La sede sarà usata, ha concluso Vascotto, «anche per le riunioni ufficiali, di bilancio e le assemblee generali, da ogni singola compagna».

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi