Contenuto riservato agli abbonati

Il vento che a Trieste diventa categoria dello spirito

TRIESTE Chi la ama, chi la odia. Vento divisivo, che suscita sentimenti forti, impone di schierarsi. Non potrebbe essere più triestina di così la bora, sempre un corpo a corpo, mai un gioco di fioretto. Ti atterra con un refolo, come un giudizio tagliente. O ti risucchia in un’illusione di energia. Quando non ti trapassa, aggredendo i vestiti e l’equilibrio.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Trieste, punto lavori all'ex caserma della Polstrada di Roiano

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi