Contenuto riservato agli abbonati

Il futuro medico di base avrà l’obbligo di sede nel comune di Sagrado

Potrà scegliere tra l’ambulatorio di Poggio o il libero mercato ma dovrà svolgere la sua attività prevalentemente in paese

SAGRADO Non solo l’ufficialità del passaggio al Distretto sanitario “Basso Isontino”. C’è un’ulteriore buona notizia per i cittadini di Sagrado, comune sprovvisto della figura del medico di medicina generale e da tempo ostaggio di una kafkiana situazione che lo vedeva “conteso” fra gli ambiti sociosanitari della Destra e Sinistra Isonzo. L’ingresso del comune in quest’ultimo Ambito porta in dote un’altra certezza: il nuovo medico di medicina generale che sarà assegnato al paese avrà obbligo di sede proprio a Sagrado.

Video del giorno

Trieste, presidio del Clpt davanti al porto in solidarietà ai lavoratori sospesi e licenziati

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi