Contenuto riservato agli abbonati

Si riaccende il dibattito sull’apertura delle scuole: la giunta Fvg resta prudente

Rosolen: «Tutti vorremmo i ragazzi in classe ma c’è un quadro epidemiologico da valutare». I sindacati chiedono la ripartenza. Barbone: «Allentare la stretta ora vanificherebbe tutto» 

TRIESTE Fermo restando che a determinare la svolta potrà essere solo una discesa dei contagi, avverte l’assessore Alessia Rosolen, il ritorno a scuola dei bambini dell’infanzia e delle primarie dopo Pasqua, su cui sta lavorando il governo, è un ragionamento che si riapre anche in Friuli Venezia Giulia. Pure Massimiliano Fedriga, con tutta la prudenza del caso, e sperando che sia davvero possibile, assicura che «l’impegno di tutti è far ritornare gli studenti in aula il prima possibile».

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Vinitaly, Zanette (Prosecco Doc): "Ora vogliamo crescere in valore"

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi