Il delitto del pasticciere tedesco riaffiora dalle sabbie di Grado

Paul Neseman accusato dell’omicidio

Un programma crime torna sul luogo dell’occultamento del cadavere per fare delle riprese da trasmettere in Germania sull’emittente Zdf. Set anche al porto

GRADO Riaffiora dalle sabbie di Pineta l’assassinio di un uomo tedesco, il cui corpo era stato occultato in una tela di cellophane e sepolto a Grado, a distanza di 15 anni dalla macabra vicenda. È questo il motivo per il quale venerdì i cittadini potranno notare l’andirivieni delle macchine della Polizia, sia in zona porto sia in Sacca dei Moreri. Niente paura: si tratta di riprese televisive da parte dell’emittente pubblica tedesca Zdf per rievocare il fatto accaduto nell’ottobre del 2006.

Filmati che poi saranno trasmessi in un programma dal titolo “Aktenzeichen XY – Ungelöst” incentrato sui casi, sui misteri, non risolti anche se in realtà il fatto che ricorderemo è ormai stato svelato. Ma all’epoca era rimasto irrisolto per circa 16 mesi. Era l’ottobre del 2006 quando nella spiaggia di Pineta venne ritrovato il corpo di un pasticciere tedesco di 68 anni, Conrad Hahn. Era in stato di decomposizione ed era stato sotterrato, avvolto in un telo di cellophane verde-azzurro, a circa mezzo metro sotto la sabbia.


Il tedesco era stato ucciso a Monaco di Baviera ancora il 3 gennaio del 2005 da un suo ex dipendente, Paul Neseman (reo confesso) con il quale era scoppiata una lite per questioni di soldi, poi sfociata delitto del pasticcere. L’omicida aveva inizialmente dato indicazioni approssimative, facendo riferimento a un litorale tra Bibione e Trieste, poi restringendo il campo al punto da arrivare a Grado. Dove la squadra mobile della Polizia, coadiuvata dai dipendenti del Comune nel comando di una ruspa messa a disposizione, era riuscita a trovare il cadavere. Ora, a distanza di una quindicina d’anni dai fatti, la tv tedesca intende rievocare l’episodio di cronaca nera.

Ci saranno, dunque, tre autovetture della Polizia con 6 comparse in uniforme o in abiti civili che si muoveranno nella zona della Sacca dei Moreri tra le 9.30 e le 12. Qui sarà ricreato il filmato dell’arrivo delle auto della Polizia e la scena clou, quella del ritrovamento del corpo in spiaggia. Il recupero della salma, all’epoca, era avvenuto nell’arenile di uno stabilimento.

Tra le 13.30 e le 15 tra riva Camperio e piazza XXVI Maggio sarà invece filmato il passaggio di due mezzi della Polizia.

Per questioni di massima sicurezza la troupe è ridotta a sole 4 persone che utilizzeranno una macchina da presa, troupe che è stata autorizzata a venire in Italia. È specificato inoltre che la produzione (assistita da Fvg Filmcommission e con la collaborazione del Comune e della Polizia locale) seguirà il protocollo del cineaudiovisivo anti-contagio identico a quello italiano, che prevede tamponi effettuati il giorno prima per tutte le persone coinvolte sul set. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Video del giorno

Turchia, la furia del minatore non pagato: sale sull'escavatore e distrugge i camion

Timballo di alici

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi