Contenuto riservato agli abbonati

Rotta balcanica, tra i boschi dei disperati il fiume dell’indifferenza

I reticolati sono sttai stesi lungo centinaia di chilometri

I pericoli affrontati nel lungo tragitto da migliaia di uomini e donne  

A nord est di Rijeka (Fiume), tra i monti Risnjak e Sneznik c’è un altopiano carsico, il Gorski Kotar, coperto di boschi e poco abitato. Qui nascono due corsi d’acqua: il Licanka, sotterraneo affluente del Dobracina; e il Kupa. I romani nel primo secolo d.C. ebbero la necessità di fortificare il confine tra Tharsaticum (Fiume) e Nauporto (Vrhnika) per difendersi dalle scorrerie di Histri e Giapidi.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Ictus cerebrale: come riconoscere i sintomi e come fare prevenzione

Grano saraceno al limone e rosmarino con rana pescatrice croccante su crema di sedano rapa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi