Contenuto riservato agli abbonati

Centinaia di genitori e studenti in piazza a Trieste per chiedere la scuola in presenza

Due delle foto della protesta in piazza Unità (Lasorte)

Circa 200 persone che hanno voluto far sentire la loro voce con cartelloni, striscioni, ma anche zaini e scarpette dei loro figli messi a terra, oltre a un computer "simbolo" della Dad

TRIESTE Gli zainetti appoggiati a terra e un computer solitario a rappresentare la Dad. Oltre 200 persone si sono trovate questa mattina, domenica 21 marzo, in piazza dell’Unità d’Italia per dire basta alla didattica a distanza chiedendo la ripresa immediata delle lezioni in presenza.

La manifestazione, organizzata a livello nazionale su più giorni, è nata dall’impegno del Comitato genitori scuola in presenza che fa parte della Rete nazionale scuola in presenza.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Sci paralimpico, Mondiali: Martina Vozza in azione assieme alla guida Ylenia Sabidussi

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi