Contenuto riservato agli abbonati

A Trieste i genitori in piazza reclamano scuole aperte: «I nostri figli danneggiati da questo isolamento»

Un centinaio le persone che hanno manifestato in piazza Unità. Dubbi sull’efficacia della Dad, additata l’assenza di prospettive 

TRIESTE Mostrando slogan a caratteri cubitali e battendo pentole e mestoli «per farsi sentire un po’ di più», circa un centinaio di genitori sabato mattina hanno popolato piazza Unità a difesa della didattica in presenza. Una squadra fatta di madri e padri decisi a ottenere risposte più chiare sul destino dei propri ragazzi, da oltre un anno condannati a seguire un percorso di studio caratterizzato da troppe buche impreviste.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Stati Uniti: una pioggia di orsacchiotti sul campo da hockey, ma è per beneficenza

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi