Contenuto riservato agli abbonati

Lopalco: «In classe ci si contagia. Studenti a casa fino a fine aprile»

Stretta sulla scuola in arrivo: aule vietate nelle zone a rischio

L’epidemiologo ed assessore alla Salute della Puglia: «Con le varianti è troppo pericoloso Dove l’intensità di circolazione virale è alta, le scuole e i trasporti sono un volano»  

ROMA Ha il tono del “ve l’avevo detto”, Pierluigi Lopalco, epidemiologo e assessore alla Sanità della Regione Puglia. Da mesi, in tandem con il presidente Michele Emiliano, insiste sulla necessità di limitare la didattica in presenza, di tenere a casa quanti più studenti possibile. «Ora anche quelli che dicevano che la scuola è sicura e non è un luogo di contagio cominciano a tentennare o a ricredersi – dice – bisogna prendere atto che, con questo quadro epidemiologico, con l’impatto di queste varianti, insistere sulle lezioni in classe è troppo rischioso».

Anche gli esperti del Cts sembrano essersi convinti…


«Mi sembra abbiano dato un’indicazione di buon senso.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Trieste, sabato mattina continua il presidio dei portuali

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi