Litiga, si appende al finestrino e viene investito da un’auto a Gorizia

Incidente in via Montesanto. Ferito un 60enne serbo residente a Nova Gorica. Il conducente del mezzo si allontana ma in serata la Polizia locale lo individua

GORIZIA Una persona a terra, ferita, presumibilmente investita da un’auto. Ma della macchina nessuna traccia.

È quanto si sono trovati davanti i vigili urbani di Gorizia, intervenuti attorno alle 15 di mercoledì in via Montesanto, verso via Foscolo. Un’incidente dai contorni, all’inizio, poco chiari anche se la Polizia locale, sin da subito, più di un’idea ce l’ha avuta relativamente alla dinamica perché c’era anche un testimone oculare che sta dando una mano ai vigili urbani.


«In sostanza, pare che sia scoppiato un alterco con un’automobilista. L’uomo rimasto vittima dell’incidente, al culmine del bisticcio, si sarebbe appeso al finestrino, della vettura, continuando il suo scambio di vedute ravvicinato con chi era al volante», spiega Marco Muzzatti, comandante della Polizia locale. L’automobilista, a quel punto, avrebbe accelerato e il pedone, rimanendo attaccato al finestrino con l’obiettivo (forse) di fermare la vettura, sarebbe stato investito. Difficile immaginare che chi era alla guida non si sia accorto dell’accaduto: fatto sta che ha deciso di tirare dritto, allontanandosi dal luogo dell’incidente.

«L’auto è andata via e, viste le ferite, dovrebbe avere anche investito il pedone», racconta ancora Muzzatti. Non sono state fornite né le generalità né le iniziali dell’investito: si sa soltanto che si tratta di un sessantenne di nazionalità serba, sino a qualche tempo fa residente a Gorizia ma ora trapiantato in Slovenia. Inoltre, era in stato di ebbrezza. In un primo momento, pareva che le sue condizioni fossero gravissime, da codice rosso secondo la catalogazione del Triage. Poi, il quadro clinico si è, fortunatamente, ridimensionato. Il sessantenne non ha mai perso conoscenza ed è stato trasportato, a sirene spiegate, all’ospedale San Giovanni di Dio, dopo che i sanitari gli avevano prestato le cure direttamente in loco.

E subito è scattata la ricerca della vettura investitrice, una Fiat Punto di colore grigio. Purtroppo, nessuno (tantomeno il testimone oculare) era riuscito ad annotare il numero di targa ma i vigili urbani sarebbero riusciti ad ottenere indicazioni utili, anche, dal sessantenne investito. In serata, la svolta. Gli agenti della “Municipale”, conducendo un’indagine-lampo, sono riusciti ad individuare la vettura che si è data alla fuga e il proprietario che era alla guida, un 55enne sempre di nazionalità serba e residente in Slovenia.

E ora si sta ricostruendo la dinamica e attribuendo le eventuali responsabilità. Pare che l’alterco sia scoppiato per vicende di denaro. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi