Adesso Trieste a Opicina «Giardini e più servizi»

Un utilizzo a favore della collettività della caserma di Banne, il ripristino del tram di Opicina, una soluzione alternativa all’attuale assetto del traffico che, sulla direttrice Trieste-Fernetti, pesa completamente sul centro dell’abitato, un generale riordino dei servizi a favore dei cittadini residenti, penalizzati anche dalla difficoltà nell’ottenere l’adeguata assistenza sanitaria, l’individuazione di spazi per i giovani, il recupero di tante aree verdi oggi abbandonate, la valorizzazione dei sentieri che, dal Carso, portano in centro città e della Napoleonica. Sono queste le principali richieste formulate ieri dai rappresentanti di “Adesso Trieste”, la nuova formazione politica sorta in città «che fa della partecipazione, della tutela dell’ambiente, della sicurezza sociale e dell’economia equa i propri principi ispiratori» come ha ricordato Debora Borca, al termine della passeggiata nelle vie di Opicina, alla quale hanno partecipato numerosi cittadini. —



Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi