Priorità a esposti amianto nelle vaccinazioni Covid È la richiesta del Pd

l’istanza

Inserire gli esposti amianto nelle liste prioritarie di inoculazione del vaccino anti Covid-19. È quanto perorano i due dem Paolo Fogar e Diego Moretti, rispettivamente consiglieri comunale e regionali, entrambi all’opposizione. Almeno per la seconda fase della profilassi, per la quale, nei giorni scorsi, l’amministrazione ha svolto sopralluoghi in città al fine di trovare una collocazione idonea alle operazioni di massa.


«I dati più volte presentati dal Crua – sostengono – fanno emergere un quadro di estrema fragilità da parte degli esposti amianto. Perché allora non farli rientrare all’interno dei soggetti che, per “aree di patologie” raccomandate dal documento dell’8 febbraio 2021 dal Ministero della salute congiuntamente alla presidenza del Consiglio dei Ministri, Istituto superiore Sanità, Agenas e Aifa, definisce le priorità nel piano strategico per le vaccinazioni?».

Tutto ciò anche in considerazione del fatto che il relativo piano sulle somministrazioni di antidoto al coronavirus della Regione Fvg individua tra le categorie pure le “persone estremamente vulnerabili indipendentemente dall’età” e, tra queste, proprio gli ex esposti amianto.

«Ci pare – concludono i dem Fogar e Moretti – una richiesta del tutto coerente, legata alle condizioni di particolare fragilità di tale spettro di persone, motivo per il quale chiediamo che la Regione identifichi autonomamente, tra i soggetti aderenti alla seconda fase della vaccinazione anti-Covid, proprio gli ex esposti amianto». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi