Contenuto riservato agli abbonati

Migliorano le condizioni di Michele, l’escursionista triestino sopravvissuto sette giorni dopo la caduta nel dirupo

Benedet, dopo le 7 notti nel bosco, ha costole rotte e i postumi di un principio di congelamento. Ma i medici sono ottimisti

TRIESTE Si sta lentamente riprendendo il trentatreenne Michele Benedet, l’escursionista triestino salvato in montagna dal Soccorso alpino della Sezione di Udine dopo aver trascorso sette notti all’addiaccio, ferito e senza acqua né cibo. Il giovane è stato rintracciato giovedì mattina assieme al suo cagnolino, Ash, nei pressi di una pista forestale della Val Venzonassa, sulle Prealpi Giulie, a circa 700 metri di quota.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Trieste, entrano i primi camion al Porto

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi