Due giorni di colloqui fra aziende e candidati a Gorizia: prime 2 assunzioni e oltre 200 faccia a faccia

Foto di Pierluigi Bumbaca

Si conclude il "Recruiting Day" di Adecco al Centro Lenassi. Persone anche da fuori regione. Protocollo rigido per poter rispettare le norme anti-Covid. Ziberna, Bernobich e Gatta: «C’è fame di occupazione»

TRIESTE In due giorni 208 colloqui di cui 41 positivi. E due assunzioni immediate. Sono i numeri finali del primo “Recruiting day” di Gorizia, una 2 giorni interamente dedicata a chi sta cercando lavoro. I due neoassunti inizieranno a lavorare il primo marzo, dopo le visite mediche e tutti gli espletamenti necessari. Anche la risposta arrivata dai goriziani, e non solo, vista l’adesione di diverse persone anche da fuori regione, è stata straordinaria.

L’iniziativa, organizzata dall’Agenzia per il lavoro “Adecco”, ha trovato ospitalità nelle sale del Centro Lenassi di via Vittorio Veneto, dove fra giovedì e venerdì gli oltre 100 candidati ai posti di lavoro, a turni individuali e nel pieno rispetto delle norme anti-Covid, hanno incontrato i responsabili del settore risorse umane di 8 aziende del territorio. Diversi i posti disponibili, sia sul fronte produttivo (operai di linea e manutentori, solo per citarne alcuni) sia sul fronte impiegatizio (personale da destinare agli uffici e neo-diplomati). Per i profili produttivi si sono presentate 96 persone, mentre per quelli impiegatizi 10. In moltissimi, rispetto al numero originario di adesioni, che toccava quota 396, non hanno confermato, a causa delle motivazioni più svariate, la loro presenza a Gorizia.

In molti casi, questa sarebbe stata impedita dal divieto di spostamento tra regioni (23 persone), perché nel frattempo hanno già trovato lavoro (47) o perché non interessati alla modalità del Recruiting day (57).

Il successo dell’iniziativa viene sottolineato dall’assessore alle Politiche giovanili Marilena Bernobich. «Essere riusciti a organizzare queste due giornate rispettando ogni norma anti-Covid e, al tempo stesso, garantendo un numero così elevato di colloqui è stato qualcosa di straordinario, per il quale mi sento di ringraziare Adecco, i responsabili delle aziende e il personale comunale. L’iniziativa, primo appuntamento di Let’sGo Jobs, è stata gradita molto più di quanto ci attendessimo e questo ci stimola a metterci subito al lavoro per programmarne altre nel prossimo futuro. La sinergia fra istituzioni, imprese e cittadini è fondamentale per la ricerca del lavoro».

Fa eco il sindaco Rodolfo Ziberna. «L’emergenza sanitaria e la serie di limitazioni che ne sono conseguite hanno acuito alcune difficoltà che, purtroppo, stavano già mettendo in crisi il mondo del lavoro. Sentiamo come nostro il compito di fare il possibile quantomeno per riuscire a creare le condizioni migliori affinché chi cerca lavoro riesca a incontrare chi lo offre. La grandissima adesione a quest’iniziativa dimostra quanto questi momenti di incontro e conoscenza reciproca siano ricercati. Effettivamente, un colloquio può dire molto di più che la fredda lettura di un curriculum. E può aiutare anche chi cerca lavoro a indirizzare meglio le proprie attenzioni e a capire quale strada seguire». Coinvolto nell’organizzazione del Recruiting anche l’assessorato all’Università. «Il numero di candidati e le tante richieste di informazioni che ci sono pervenute dimostrano la bontà dell’iniziativa – evidenzia Chiara Gatta –. E credo che, nella partita dell’occupazione, a maggior ragione in un momento storico difficile come questo, questa sinergia possa garantire soluzioni efficaci. Ringrazio per la partecipazione gli Atenei di Trieste e Udine che hanno collaborato al tavolo per il varo dell’iniziativa». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Video del giorno

La protesta di una signora no vax davanti a Letta

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi