Contenuto riservato agli abbonati

Al via il Recruiting Day a Gorizia: attesi in 300 da otto aziende. Ecco le figure richieste

Ammessi tre candidati alla volta e concessi 5 minuti a causa delle norme Covid

GORIZIA Sono 300 le adesioni al primo Recruiting day promosso in città. La giornata del reclutamento avrà luogo giovedì 18 e venerdì 19 febbraio negli spazi del Centro Lenassi, in via Vittorio Veneto 7. Negli spazi del Punto giovani si incontreranno i responsabili delle risorse umane di otto aziende locali e le persone che vogliono conoscere meglio le imprese presenti e candidarsi alle posizioni richieste. Il 18 febbraio il Recruiting day si svolgerà dalle 9.45 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18 e venerdì solo dalle 9.45 alle 12.30. Le rigidissime norme anti-Covid imporranno l’entrata di tre candidati alla volta e il colloquio durerà 5 minuti.

«In questo difficile momento storico è necessario utilizzare tutti gli strumenti a disposizione per cercare di creare nuovi posti di lavoro e aiutare le aziende a trovare personale mirato». Con queste parole il sindaco, Rodolfo Ziberna, introduce l’iniziativa promossa al Punto giovani grazie a un progetto della locale agenzia Adecco sostenuto dal Comune attraverso gli assessorati alle Politiche giovanili e alle Politiche universitarie.



Per facilitare la partecipazione e preparare gli interessati al Recruiting day si è svolto, nei giorni scorsi, un momento online con gli esperti di Adecco in cui sono state date indicazioni su alcuni importanti temi come il colloquio con l’azienda, la presentazione del proprio curriculum vitae e la dinamica di un recruiting day. In sintesi, è stata una mattinata formativa a distanza in collaborazione anche con il servizio Informagiovani del Comune di Gorizia. Il Recruiting day propriamente detto è totalmente gratuito e aperto a tutti. Le aziende del territorio che parteciperanno sono Bo.Ma srl, Coveme spa, Ilcam spa, La Giulia Ind Sp, Metalpack Srl, Miko srl, Nmg Europe srl e Tecnocoop scrl. Per quanto riguarda i profili ricercati si tratta di operai/e di linea su turni; addetti/e alle manutenzioni; addetti/e al confezionamento/imballaggio/fine linea; carrellisti (gradito patentino del carrello; neodiplomati/e ad indirizzo tecnico; meccanico/elettrico; back office commerciali.

Per informazioni si può scrivere alla mail informagiovanigo@gmail.com. «L’appuntamento fa parte di un ampio programma di iniziative, denominato Let’s Go Job, in cui il Comune, in collaborazione con altre realtà pubbliche e private colloca al centro delle azioni il rilancio dell’occupazione e il supporto alle aziende, perché, soprattutto in un momento come quello attuale, si deve cercare di dare una risposta concreta ai cittadini – spiega l’assessore alle Politiche Giovanili Marilena Bernobich -. Il progetto nasce dall’idea di dare una risposta ai problemi del nostro territorio, un’opportunità per i giovani, ma più in generale per tutti coloro che cercano lavoro, grazie al coinvolgimento delle istituzioni, delle imprese e dei cittadini. Si tratta, quindi, di un ciclo di appuntamenti dedicati al mondo del lavoro e alla propria crescita personale grazie a consulenze, formazione, seminari, esplorando a tutto campo le opportunità di imparare e lavorare in Europa e l’incontro tra domanda e offerta di lavoro con dei veri e propri momenti di recruiting, finalizzato all’inserimento delle persone che cercano occupazione fornendo contemporaneamente alle aziende l’opportunità di farsi conoscere.

Il programma delle iniziative, che comprendono anche seminari di approfondimento su varie aspetti economici e occupazionali, si concluderà con un evento finale che contiamo di realizzare a maggio, emergenza sanitaria permettendo, e sarà realizzato in collaborazione con i Servizi alle imprese della Regione, le Università, le Agenzie del Lavoro (in particolare nei primi due appuntamenti), lo sportello Informagiovani e il Punto Giovani, Eurodesk e altri portatori d’interesse».

L’iniziativa vedrà anche il coinvolgimento delle Università di Trieste e Udine, che hanno accettato di partecipare all’iniziativa. «Riteniamo significativa la presenza attiva dei due atenei alle giornate del Let’s Go! Job – spiega l’assessore all’Università, Chiara Gatta –, a testimonianza del radicamento che hanno le stesse Università con il territorio goriziano. Le attività che saranno proposte, del resto, hanno tra i target anche gli studenti universitari, che si trovano a dover scegliere come proseguire gli studi o quale strada intraprendere nel mondo del lavoro. Seminari, workshop e incontri coinvolgeranno poi in prima battuta docenti universitari ed ex studenti, anche dei corsi con sede a Gorizia, che potranno così testimoniare le proprie esperienze». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Video del giorno

Indonesia, come una nuova Pompei: l'eruzione del vulcano Semeru trasforma un villaggio

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi