Contenuto riservato agli abbonati

Mattarella nel Giorno del Ricordo: «Le foibe sono un orrore indelebile. No all’odio, sì al futuro condiviso»

il Presidente Sergio Mattarella a Roma con il presidente di Federesuli Giuseppe de Vergottini

Il Presidente della Repubblica, citando l’incontro di Basovizza, si sofferma su lutti e sofferenze «ma è doveroso assicurare ai giovani il diritto a un avvenire comune di pace»

TRIESTE Avanti sul cammino della riconciliazione. Nel Giorno del Ricordo del 2021, segnato dalla pandemia che ha limitato le celebrazioni anche nella Venezia Giulia, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella riannoda il filo del discorso avviato il 13 luglio a Trieste durante l’incontro con l’omologo sloveno Borut Pahor. E indica nel superamento dell’odio la via per una cooperazione fra i popoli.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Trieste, la protesta del "caffè contro il Green Pass" in piazza Unità

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi