Contenuto riservato agli abbonati

Ritorno a scuola, ecco come è andata: niente assembramenti davanti agli ingressi a Trieste, ma autobus affollati

Debutto positivo per le misure anti contagio definite dai vari istituti. Da rivedere la gestione dei trasporti. «Sui mezzi non ci si sente sicuri»

TRIESTE. Buona la prima, anche se con qualche aspetto da rivedere e migliorare al più presto. La ripresa delle lezioni in presenza nelle scuole superiori, attesa da migliaia di ragazzi, docenti e dirigenti scolastici, è filata abbastanza liscia. Il punto più debole si è rivelato però quello dei trasporti. È proprio il capitolo spostamenti da e verso i vari istituti a registrare le maggior criticità, a detta degli stessi ragazzi, nonostante gli ingressi siano stati scaglionati proprio per evitare che tutti gli studenti si ritrovino a prendere l’autobus negli stessi momenti.

Video del giorno

Marmolada, trovate altre vittime del crollo del ghiacciaio

Tataki di manzo marinato alla soia, misticanza, pesto “orientale” e lamponi

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi