In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Quell’oca selvatica sola all’Anconetta di Monfalcone: manda dei richiami e sceglie di restare

Tante segnalazioni di persone preoccupate per la bestiola. Arriva la Forestale: «Sta bene, tutto a posto»

1 minuto di lettura

L'amore di Monfalcone per l'oca selvatica che staziona all'Anconetta

MONFALCONE Tutti preoccupati per quell’oca selvatica che da qualche settimana staziona sulle strutture della centralina dell’Anconetta a Monfalcone. Ferma, sembra stia male, quando passano le altre oche volando sopra di lei manda richiami disperati. Una situazione che non è passata inosservata a molti cittadini di Monfalcone che quotidianamente passano da quelle parti. E che sono rimasti turbati dal fatto che l’oca è sempre lì, non si muove, qualche volta alza una zampa facendo pensare che sta male o ha qualche dolore. E che vorrebbe andarsene ma non può. In diversi hanno provato a contattare le associazioni che si prendono cura degli animali o qualche istituzione. Qualcuno ha chiamato anche in redazione per lanciare un appello e aiutare la povera bestiola.

Per fortuna, lo si è scoperto ieri, non c’è nulla di cui preoccuparsi. L’assessore comunale Giuliana Galimberti, infatti, sollecitata da diversi residenti ha fatto intervenire la Guardia Forestale. Il responso? L’oca è in «ottime condizioni» e adesso verrà monitorata. «La concittadina Lia ci ha segnalato la possibilità che l’oca che è ferma all’Anconetta e di cui mi ha mandato la foto non stesse bene – scrive su Facebook l’assessore – Ringrazio la Forestale che è già intervenuta verificando le ottime condizioni della bestiola. Monitoriamo».

Il lettore Giuseppe Craighero aggiunge: «Questa sera è più sveglia degli altri giorni. È però sempre lì, non si muove. Dopo una settimana comincia a fare amicizia con le anatre. Visto come sta, penso che riesca a nutrirsi». L’oca, un bellissimo esemplare color bianco candido, non si scompone e continua a presidiare le strutture della centrale elettrica a largo Anconetta. Guarda curiosa a sua volta la gente che passeggia da quelle parti e tra questi molti che si fermano preoccupati, senza motivo a quanto pare, della sua salute. –
 

I commenti dei lettori