Contenuto riservato agli abbonati

Monfalcone, chieste altre analisi sulle ossa per l’omicidio di Polentarutti

Garimberti durante le perquisizioni nella sua casa (Foto Bonaventura)

Secondo il difensore di Garimberti, condannato a 24 anni, è utile la nomina di un perito super partes. Il procuratore generale e le parti civili si oppongono

MONFALCONE Un’ulteriore analisi sui frammenti ossei rinvenuti nel cortile dell’abitazione di Roberto Garimberti, da affidare ad un perito nominato dal Tribunale. È quanto ha richiesto il difensore, avvocato Federico Cechet, alla Corte d’Assise d’Appello. Venerdì s’è aperto il processo di secondo grado, caratterizzato dall’istanza espressa dalla difesa. Nel procedimento di primo grado a fornire gli elementi in ordine gli accertamenti sui frammenti di ossei era stata la consulente della pubblica accusa (i pm Laura Collini e Andrea Maltomini), la nota anatomopatologa forense Cristina Cattaneo.

L’esperta

Video del giorno

L'attacco dei razzi russi contro i cannoni Usa

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi