Contenuto riservato agli abbonati

Gradisca, rubato il cuore in legno di Alex. L'appello della mamma: «Riportatemelo»

Il cuore in legno appeso all’albero dedicato ad Alex Muraro

Sottratto dall’albero piantato in memoria del 31enne deceduto nell’agosto 2019  Il dolore della madre: «È come se avessero tolto ancora un pezzo del suo corpo»

Gradisca Un cuore in legno. Sulla sua superficie, un nome e una data. Un segno semplice, ma dal valore immenso: perché quel cuore ricorda una giovane vita spezzata, quella di Alex Muraro, un ragazzone gradiscano buono come il pane che il destino e una avversario sleale e maligno come la malattia si sono divertiti a portare via troppo presto, all’età di appena 31 anni, in un maledetto giorno di agosto del 2019.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Trieste, punto lavori all'ex caserma della Polstrada di Roiano

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi