Campagna vaccinale in Fvg, attesa tra tre giorni la nuova fornitura Pfizer

TRIESTE «L’adesione all’80% alla campagna vaccinale anti Covid da parte del personale sociosanitario rappresenta un risultato importante e inaspettato». È il giudizio espresso dal vicepresidente Riccardo Riccardi durante i lavori della Terza commissione che ha fatto il punto anche sulla situazione della profilassi in attesa dell’arrivo delle 16.538 dosi previste dopo lo stop della scorsa settimana: 10.530 come da programma e 5.850 a parziale ristoro del taglio di sette giorni fa. Il nuovo carico di Pfizer Biontech dovrebbe arrivare giovedì anche se al momento non vi sono certezze bensì solo indicazioni rassicuranti da parte del commissario Domenico Arcuri.



«Il flusso dei vaccini è una partita ancora aperta - ha commentato Riccardi -. Le Regioni e il Governo stanno lavorando per avere a disposizione gli strumenti per affrontare questa pandemia».

In Friuli Venezia Giulia (a ieri pomeriggio) risultavano somministrate 35.907 delle 44.335 dosi ricevute, un margine fondamentale per garantire la seconda inoculazione. Attualmente la campagna è ancora al primo step, quello rivolto a personale sanitario e anziani ospiti nelle case di riposo e le prossime prenotazioni dovrebbero andare a metà febbraio dopo la riapertura delle agende. «L’adesione degli operatori - ha evidenziato Riccardi - non era scontata e arrivare all’80% è un dato sul quale non avrebbe scommesso nessuno. Tutto il sistema ha concorso a questo importante obiettivo alla luce anche dell’adesione del 20% del personale alla campagna vaccinale antinfluenzale nel 2019». Il dato più basso è quello degli operatori sociosanitari (adesione al 50%), ed «è su quello che dobbiamo insistere» ha concluso Riccardi. —


 

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi