Contenuto riservato agli abbonati

La rarissima Rosa di Trieste spezza l’oblio e rispunta a sorpresa sulle colline di Muggia

Un esemplare del fiore bianco, icona della città a fine ’800, è comparso nel terreno della signora Maida dopo un secolo di silenzi 

La Rosa di Trieste rispunta a sorpresa dopo un secolo

MUGGIA Nata a Trieste alla fine dell’Ottocento e diventata il simbolo della città nel contesto dell’impero austroungarico, al punto da assumere il nome di uno dei padri fondatori dell’Ungheria, Ferenc Deák. Dimenticata per quasi un secolo, dopo la fine del primo conflitto mondiale, e ritrovata una prima volta in Istria, nella piccola cittadina di Pregara, sei anni fa.

Ricomparsa ora sulle colline di Muggia, quindi a pochi chilometri da dove vide la luce, grazie alla perseveranza di un grande appassionato del settore, l’artista triestino Ugo Vicic.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Metropolis/10 - Nuovo Cinema Quirinale. Con Andrea Costa, Michele Emiliano (l'integrale)

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi