Contenuto riservato agli abbonati

Covid, la variante inglese è arrivata in Slovenia

Primo caso ufficiale denunciato dal premier. Si tratta di un kosovaro proveniente dal Belgio. I media: ce ne sono altri

LUBIANA La variante inglese del virus Covid-19 “sbarca” anche nei Balcani. I primi due casi segnalati sono uno in Slovenia e uno in Serbia. A Lubiana, fonti di Tv Slovenija comunque sostengono che i casi sarebbero addirittura otto, ma il primo ministro Janez Janša, che inizialmente aveva parlato di un solo contagio, dopo le domande dei giornalisti ne ha ammesso almeno un altro. Dunque la situazione a Lubiana potrebbe essere già fuori controllo.



Le autorità sanitarie slovene hanno iniziato a lavorare intensamente sulla variante inglese solo dopo l’allarme ufficiale trasmesso loro venerdì scorso dal primo ministro in persona, reduce dal Consiglio europeo di Bruxelles. Questo ceppo del nuovo coronavirus è caratterizzato dalla diffusione più rapida e dall'essere più contagioso. Fino all'inizio dello scorso dicembre non c'erano contagi da variante inglese del virus in Slovenia, ma, secondo Janša, non si hanno i risultati ufficiali per i mesi successivi. «Al Consiglio europeo di giovedì - ha detto il premier - ho sentito informazioni abbastanza allarmanti su ciò che sta accadendo in altri Paesi a causa della rapida diffusione del ceppo inglese, quindi venerdì abbiamo intrapreso un'azione urgente».

Tornando al caso ufficiale, si tratta di un cittadino kosovaro giunto sabato in Slovenia, dove ha una residenza temporanea, dal suo lavoro in Belgio. «Siamo stati informati del caso attraverso il sistema europeo di allerta precoce - ha spiegato Janša - le autorità belghe ci hanno informato che abbiamo una persona che è stata testata e rilevata come positiva al ceppo inglese di coronavirus il 16 gennaio». Secondo Janša, l’uomo aveva con sè due certificati di altrettanti test: uno positivo e uno negativo. Come sia stato possibile, le autorità stanno ancora indagando, stanno anche verificando se davvero non fosse stato in stretto contatto con qualcuno dopo essere arrivato in Slovenia, come invece lui assicura. Janša ha suggerito a tutti, se possibile, di utilizzare maschere chirurgiche a tre strati o mascherine di tipo FFP2, che garantiscono una maggiore protezione. «Mercoledì dopo la sessione del governo - ha concluso - ci saranno certamente alcuni cambiamenti per quanto riguarda le misure anti-Covid». Tuttavia, se nei test delle prossime ore dovrebbe emergere una crescita della variante inglese le modifiche saranno immediate.

La variante inglese del coronavirus, come detto, è arrivata anche in Serbia. Lo ha confermato il presidente Aleksandar Vučić in un’intervista all'emittente televisiva privata Prva. Vučić ha aggiunto che la variante del virus è stata riscontrata su una cittadina serba tornata a Belgrado da Londra. A informare Vučić è stato ieri mattina il ministro della Salute Zlatibor Lončar. Sarebbero già stati individuati e isolati tutti i contatti avuti dalla donna in Serbia dopo essere tornata da Londra. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi