Contenuto riservato agli abbonati

Cinque anni dalla morte di Giulio Regeni. Fico: «Dall’Europa ci aspettiamo di più»

Il presidente della Camera atteso a Fiumicello: l’Ue si faccia sentire. Le iniziative in ricordo del ricercatore: fiaccolata virtuale

TRIESTE «Adesso ci aspettiamo di più dall’Unione europea, che deve mostrarsi autorevole, coesa e deve far sentire la propria voce in maniera più decisa». È quanto ha chiesto oggi 24 gennaio il presidente della Camera Roberto Fico, alla vigilia del quinto anniversario dell’omicidio di Giulio Regeni, il ricercatore di Fiumicello scomparso al Cairo il 25 gennaio del 2016. Fico da tempo ha sottolineato la necessità di coinvolgere l’Europa e annota come «l’Italia continua a pretendere verità e giustizia per Giulio Regeni.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Trieste il giorno dopo la guerriglia: la polizia presidia il porto di Trieste

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi