Carpentiere e artista dell’Endas: addio a Gilberto Bezzi

Domani 25 gennaio alle 10 nella chiesa di San Canzian verranno celebrati i funerali del sancanzianese (ma residente a Staranzano). Aveva 77 anni

SAN CANZIAN Domani 25 gennaio alle 10 nella chiesa di San Canzian verranno celebrati i funerali del sancanzianese (ma residente a Staranzano) Gilberto Bezzi. Aveva 77 anni.

Lo ricordano come «una persona generosa e disponibile nell’aiutare con discrezione non solo amici e famigliari ma chiunque ne avesse bisogno» gli amici artisti del circolo culturale Endas. Bezzi aveva lavorato come carpentiere e nell’ufficio dati del cantiere di Monfalcone. Apprezzato il suo impegno per quasi quarant’anni nel circolo Endas.


«Abbiamo perso non solo un valido collaboratore ma anche un valido pittore - dice Taddeo Sedmak, dell’Endas - . Nonostante fosse stato invitato più volte a far parte dell’Archivio dei pittori bisiachi ha rifiutato per modestia. Ha presentato le sue opere in varie mostre non solo regionali ma anche oltre confine ma sempre bisognava insistere perché partecipasse. Un grande uomo e una bella persona sia nel lavoro che nell’arte della pittura. È stato lui che, in una mostra dell’Endas, alla galleria Antiche mura, incontrandomi e facendomi da cicerone, umilmente, com’era sua abitudine, mi chiese di associarmi, ricordandosi dei miei precedenti come miniaturista. Debbo a lui che con voce pacata e riguardosa è riuscito a convincermi ed unirmi al gruppo, dove assieme abbiamo avuto modo di consolidare una vecchia amicizia che ci ha permesso di trascorrere assieme momenti indimenticabili all’insegna dell’arte. Il ricordo della sua splendida figura rimarrà indelebile nel mio cuore».

La presidente Maria Grazia Persolja: « Gilberto ha lasciato tanti bei ricordi nei cuori di tante persone nonostante fosse di poche parole». Lascia la moglie Salvina i figli Michela e Cesare e nipoti. —


 

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi