Contenuto riservato agli abbonati

Caso Regeni, chiesto il processo per quattro 007 dei servizi egiziani

Uno scorcio della fiaccolata tenuta a Fiumicello il 25 gennaio 2020, anniversario della scomparsa di Regeni

I pm romani hanno depositato la domanda di rinvio a giudizio. Il nodo dell’assenza di domicilio

ROMA Si fa più vicino il processo per i quattro 007 egiziani accusati di avere sequestrato, torturato e ucciso Giulio Regeni. Malgrado i depistaggi, le chiusure e da ultimo il netto respingimento dei risultati dell’inchiesta da parte dei magistrati egiziani, la Procura di Roma tira dritto e a 40 giorni dalla chiusura delle indagini ha depositato la richiesta di rinvio a giudizio per il generale Tariq Sabir, per Athar Kamel Mohamed Ibrahim, per Uhsam Helmi, per Magdi Ibrahim Abdelal Sharif.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Trieste il giorno dopo la guerriglia: la polizia presidia il porto di Trieste

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi