Contenuto riservato agli abbonati

Ristori assegnati solo alle aziende con sede legale in Fvg, il Tar dà l’ok

La cerimonia di inaugurazione dell’ultimo anno giudiziario del Tar. La presidente Oria Settesoldi è la seconda da destra

Respinto il ricorso presentato dall’Antitrust contro i provvedimenti della giunta. «Nessuna violazione»

TRIESTE Era liquidità immediata per le imprese messe in ginocchio dal lockdown di primavera: ristori dai 500 ai 4.000 euro a seconda del calo di fatturato stimato dalla Regione. Legittimo che in una situazione emergenziale a esserne beneficiate siano state esclusivamente società con sede legale e operativa in Friuli Venezia Giulia. Lo sostiene il Tar regionale respingendo il ricorso dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato contro due provvedimenti di giunta che, secondo l’Authority, avrebbero violato i principi in materia di concorrenza.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Stati Uniti: una pioggia di orsacchiotti sul campo da hockey, ma è per beneficenza

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi