Cambio al vertice de Il Piccolo: Monestier direttore e Giani condirettore

TRIESTE Cari lettori, in questi 140 anni il Piccolo ha raccontato puntualmente il nostro progresso, il cambiamento continuo del mondo in cui viviamo. Lo ha fatto quanto più possibile in modo oggettivo quale portatore di valori propri e della sua comunità. Evolvendo di continuo, cogliendo le sfide digitali senza trascurare il quotidiano. In questo inizio di 2021 vediamo l’opportunità di compiere un passo ulteriore con l’obiettivo di rafforzarci nella capacità di rappresentare appieno e con qualità i nuovi accadimenti, mantenendo le chiavi di lettura locale, regionale, nazionale e internazionale.

Per farlo, a partire da domani, la direzione del Piccolo passa ad Omar Monestier, che conserva anche quella del Messaggero Veneto. Ad affiancarlo, con l’intento di valorizzare la tradizione e i punti di forza del Piccolo, abbiamo richiamato a Trieste Roberta Giani, che assumerà l’incarico di Condirettore. Giani dopo 15 anni al Piccolo è stata a Repubblica, dove ha lavorato all’Ufficio centrale occupandosi prevalentemente di politica, prima di passare, negli ultimi due anni, alla conduzione, con successo, della Gazzetta di Modena in qualità di direttore.

A Enrico Grazioli che ha diretto, con sapienza, questo giornale negli ultimi due anni vanno i ringraziamenti e la fiducia che saprà portare queste capacità anche nel nuovo incarico.

Ad Alberto Bollis vanno il ringraziamento per il lavoro svolto in questi anni ed i migliori auguri per le future sfide professionali. Formuliamo alla nuova direzione i migliori auguri di buon lavoro, nelle certezza che saprà valorizzare un grande anniversario: i 140 anni del Piccolo.

                                                                                                                                         L'EDITORE

--------------------------------------------------------

Il comunicato sindacale del Comitato di redazione

L’assemblea dei redattori del Piccolo, riunitasi nella serata di ieri, dichiara la propria contrarietà all’operazione comunicata nel pomeriggio dall’azienda al Comitato di redazione che prevede, con effetto immediato da oggi, un cambio radicale dei vertici del quotidiano. L’attuale direttore del Messaggero Veneto di Udine e Pordenone Omar Monestier sarà anche direttore del Piccolo di Trieste, Gorizia e Monfalcone, concentrando nel proprio ruolo le direzioni dei due principali quotidiani del Friuli Venezia Giulia. Un fatto senza precedenti, che secondo l’assemblea dei redattori del Piccolo mina l’autonomia del quotidiano di Trieste, Gorizia e Monfalcone proprio nell’anno in cui ricorrono i 140 anni dalla nascita del giornale stesso. La Venezia Giulia e il Friuli sono due realtà territoriali dalle tradizioni e dai riferimenti culturali estremamente differenti, riconosciuti e sanciti anche dalla specialità di questa Regione, non facilmente omologabili sulla scia di quanto già avvenuto nel vicino Veneto, dove l’accorpamento delle direzioni dei quotidiani locali è già stato sperimentato e portato a regime. L’assemblea dei redattori del Piccolo non ritiene altresì sufficiente la decisione comunicata sempre ieri dall’azienda di nominare come condirettore la collega triestina Roberta Giani e si dichiara sconcertata dalle modalità con le quali, da un giorno all’altro, il direttore uscente Enrico Grazioli è stato destinato ad altri incarichi all’interno del gruppo e il vicedirettore Alberto Bollis è stato sollevato dall’incarico. È diffusa in questa redazione l’idea che oggi, dopo 140 anni, si sia conclusa una storia: quella di un Piccolo totalmente indipendente, come volle il suo fondatore Teodoro Mayer. L’assemblea dei redattori del Piccolo è dunque in stato di agitazione, ha immediatamente affidato al Comitato di redazione un pacchetto di cinque giorni di sciopero e si riaggiornerà per assumere le decisioni del caso subito dopo l’incontro di insediamento del nuovo direttore e del nuovo condirettore.  

                                                                    IL COMITATO DI REDAZIONE

Merluzzo al vapore al pomodoro e taggiasche, farro, cime di rapa alle mandorle

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi