Contenuto riservato agli abbonati

Trieste, addio venerdì al lungo “regno” di alberi e luminarie di Natale

Gli alberi di piazza Unità nel “gelo” di , lunedì 11 gennaio

TRIESTE Addio “albereti” e “lucete”. Senza rancore. «Venerdì, dopo il Capodanno ortodosso (il 14 gennaio, giovedì, ndr), si spengono le luci e la musica. Poi si iniziano a smantellare gli alberi e le luminarie». Roberto Dipiazza non usa i toni trionfalisti usati all’accensione degli alberi il 6 novembre, ritardata alcuni giorni dopo l’attentato terroristico di Vienna. Il Natale anticipato di Trieste termina tardi, a metà gennaio, per onorare i riti ortodossi, con gli abeti esausti (spelacchiati e ingialliti)e le palle rosse visibilmente ammaccate dalla Bora. Alcuni alberi non hanno resistita per i due mesi e mezzo di esposizione e sono stati sostituiti strada facendo. E il sindaco sarà chiamato a fare un bilancio dell’investimento da 590 mila euro (che sarà rivisto in parte, viste le molte iniziative saltate a dicembre a partire da mostre e concerti).


Toccherà a Hera Luce srl (gruppo AcegasApsAmga) disallestire gli addobbi natalizi: il compito era compreso nell’incarico di allestimento da 458.408,90 euro (Iva inclusa). Oltre agli abeti in centro città, ovvero i 24 in fila per due in piazza Unità, ci sono quelli abbinati ai luoghi di culto della città (25 chiese). E c’è pure la cometa “invertita” da ammainare dai piloni di piazza Unità. Poi sarà tempi di bilanci. Dipiazza l’ha promesso urbi et orbi, ma non potrà farlo in termini di presenze turistiche. I turisti sono i veri assenti delle recente festività nonostante i 207 mila euro prelevati dal salvadanaio dell’imposta di soggiorno per gli addobbi di Natale. E così il bilancio potrà essere solo virtuale.

«Ho visto la piazza piena di gente che si faceva i selfie. Su Facebook ci sono 120 mila visualizzazioni di un video della nostra piazza. A me non ha dato fastidio», risponde in una diretta televisiva. E i numeri del turismo? «Come è andata a Cortina?», replica Dipiazza. Vacanze di Natale a Cortina è ormai un classico dei cinepanettoni.—



© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Merluzzo al vapore al pomodoro e taggiasche, farro, cime di rapa alle mandorle

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi