Contenuto riservato agli abbonati

Pazienti da Aviano a Gorizia. Il reparto Covid-19 è saturo

Le porte tagliafuoco all’interno del San Giovanni di Dio che ospita il reaparto Covid-19 a media e bassa intensità. Foto Bumbaca

Occupati fino a 62 posti nei tre piani dedicati all’interno del San Giovanni di Dio dopo l’arrivo dei malati oncologici del Cro: due nella giornata di ieri, uno oggi

GORIZIA Ieri mattina, erano sessanta i pazienti ricoverati al reparto Covid-19 del San Giovanni di Dio, a Gorizia. Il picco, qualche giorno fa, con 62 ammalati a bassa e media intensità.

Come mai questo exploit? Nei giorni scorsi, il loro numero si era sempre assestato sulla cinquantina. Il Covid-19 ha ricominciato a colpire duro anche nell’Isontino? Purtroppo, è così. Ma è altrettanto vero che l’Azienda sanitaria universitaria giuliano isontina (Asugi) sta dando una mano al Cro di Aviano.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Indonesia, come una nuova Pompei: l'eruzione del vulcano Semeru trasforma un villaggio

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi