Contenuto riservato agli abbonati

L’Ara Pacis di Medea è tornata a splendere: ora un ultimo sforzo per le pietre interne

Quasi ultimati i primi due lotti da 250 mila euro sopra il colle. Resta ancora la parte alta e servono i fondi per il basamento 

MEDEA Uno splendido colpo d’occhio. È quello che offre oggi l’Ara Pacis Mundi di Medea dopo la conclusione, quasi definitiva, dei lavori di restauro architettonico che hanno riguardato la sistemazione della pavimentazione esterna e la messa in sicurezza del complesso monumentale (primo e secondo lotto).

I due interventi, progettati dall’architetto Roberto Daris, per una spesa complessiva di 250 mila euro, sono stati realizzati nell’ambito del progetto di restauro predisposto dall’amministrazione comunale di Medea e concordato con il Commissariato generale per le onoranze dei Caduti.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Giornata della memoria a Trieste, il sindaco invita Arcigay alla cerimonia in Risiera

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi