Contenuto riservato agli abbonati

Il tesoro delle Orsoline di Gorizia trasloca: ecco i duemila paramenti sacri

Dopo l’acquisizione di Erpac trasferite dalle sale del monastero a palazzo Attems: un'operazione da 150 mila euro. Saranno al centro di due mostre, una permanente

GORIZIA Uno scrigno delle meraviglie. Il cui trasloco, nei mesi scorsi, era stato oggetto di diversi rinvii a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19. Ma, ieri, ha preso (finalmente) il via il trasferimento della collezione tessile dell’antico Monastero di Sant’Orsola a Gorizia, acquistata ormai quasi un anno fa dall’Erpac, l’Ente regionale per il patrimonio culturale del Friuli Venezia Giulia. Destinazione Palazzo Attems Petzenstein, dove troverà una momentanea sistemazione per una mostra da allestirsi (coronavirus permettendo) in attesa di essere esposto dal prossimo aprile nelle sale del Museo della Moda di Borgo Castello.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Indonesia, come una nuova Pompei: l'eruzione del vulcano Semeru trasforma un villaggio

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi