Contenuto riservato agli abbonati

«Aver silenziato la musica dimostra la disattenzione nei confronti della cultura»

Red Canzian ricorda l’ultimo concerto a Treviso con 500 persone: «Sembrava San Siro». I 40 Fingers si sono esibiti a dicembre al Rossetti per essere visti in rete da oltre 50 Paesi 

TRIESTE Pioveva a dirotto il giorno in cui Red Canzian è salito nuovamente su un palco dopo la fine del primo lockdown. Era il 15 giugno. La stessa data decisa dal Governo per sciogliere le briglie a molti lavoratori rimasti bloccati per mesi. Tra cui quelli del mondo dello spettacolo che, seguendo protocolli ben precisi, avrebbero potuto restituire nuova linfa a teatri e cinema, piazze e musei.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Giorno della Memoria, la cerimonia alla Risiera di San Sabba a Trieste

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi