Contenuto riservato agli abbonati

Trieste, spuntano a palazzo Panfilli le schegge delle bombe

Sganciate sulla città nel ’44 Le “ferite” belliche sono visibili sull’apparato decorativo della facciata dell’edificio rivolta verso il Porto vecchio danneggiata durante la guerra

TRIESTE Un passato che non passa. Il più pesante bombardamento a opera dell’aviazione alleata subìto da Trieste durante il secondo conflitto mondiale avvenne il 10 giugno 1944 (quarto anniversario della dichiarazione di guerra). Furono censiti 463 morti e un migliaio di feriti, vennero distrutte 100 case e 300 rimasero danneggiate. Colpiti obiettivi nella Zona industriale, ma anche aree urbane prive di interesse strategico.

Una ventina di bombe cadde tra la Stazione centrale e la parte iniziale di Porto vecchio: può darsi, anche se Trieste affrontò altre offese aeree e quindi di solo ipotesi si può parlare, che schegge e frammenti di quell’esplosivo abbiano causato danni al vicino palazzo Panfilli, il grande edificio costruito a fine Ottocento tra le attuali via...

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

L'orsetto salvato nel Parco d'Abruzzo e ricongiunto alla famiglia: è l'unico caso in Europa

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi