Contenuto riservato agli abbonati

La lettera di Rosolen sul futuro di Trieste agita il centrodestra. Lei replica: "Nessuna mira sul Comune"

C’è chi legge tra le righe la voglia di protagonismo verso il 2021. L'assessore regionale al Lavoro: «Retropensieri insensati»

TRIESTE Alessia Rosolen giura di non aver alcuna intenzione di entrare nella partita delle comunali, ma la lettera aperta pubblicata ieri dal Piccolo fa discutere nei corridoi della politica. Prendendo le mosse dal Recovery Plan, l’assessore al Lavoro finisce infatti per tracciare un’idea della Trieste di domani, andando decisamente oltre il perimetro del proprio mandato in Regione.

La mossa attira l’attenzione: il testo viene diffuso e commentato sui social, Rosolen riceve numerosi messaggi di complimenti e più di qualcuno – a destra, a sinistra e nel mondo economico – si chiede se la riflessione nasconda la volontà del presidente Massimiliano Fedriga di tenere aperta una seconda possibilità, qualora tramontasse per qualsivoglia ragione la via primaria rappresentata da Roberto Dipiazza.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Trieste, la protesta del "caffè contro il Green Pass" in piazza Unità

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi