Contenuto riservato agli abbonati

Nell’Isontino cento decessi a 10 mesi dal primo infetto

Tutto è partito a febbraio con il "battesimo" in regione registrato proprio a Gorizia . In città calano i positivi (da 283 a 253) e aumentano i guariti (da 870 a 949)

GORIZIA Sono passati esattamente dieci mesi. Era febbraio quando il coronavirus fece la sua prima comparsa in Friuli Venezia Giulia infettando, a Gorizia, un impiegato amministrativo del gruppo Hera. Pareva una minaccia soltanto teorica, confinata alla Cina, lontana anni luce dall’Europa. Ma il Covid-19 è diventato rapidamente, da allora, un convitato di pietra che ha rivoluzionato la vita di ognuno di noi.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Il Piccolo la comunità dei lettori

Video del giorno

Indonesia, come una nuova Pompei: l'eruzione del vulcano Semeru trasforma un villaggio

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi